martedì 22 maggio 2012

Permacoltura - Orto Sinergico - Parte 3

Tornando all'orto sopraelevato trovo con piacere due belle cipollone



Poi mi sembra di vedere una chela uscire dal terreno... un granchio di terra? Macchè!
E' spuntato l'aglio


Ce ne sono ormai una decina, tutti attorno al topinamburgher, visibile nella foto qui sotto.



Una begonia bianca ha trovato dimora in una zona limitrofa del montarozzo


e scendendo il montarozzo..

..si arriva alla zona a piano terra, nella quale si incontrano subito i pomodori


Cinque esemplari di Ciliegini


Undici esemplari di San Marzano



e i buon vecchi sei esemplari di Pomodori Roma



Subito affianco ai pomodori hanno trovato dimora cinque zucchine



Dall'altro lato della fila dei pomodori, invece, si è formato un cerchio di cipolle di tropea, comprate al mercato ( quando abbiamo visto che avevano ancora su radici e tutto le abbiamo messe prima in acqua e poi in terra, e stanno ripartendo ) attorno alla cipolla più grande di tutte.





Ecco l'unica pianta di zucca!
Sembra debolina ma dopo essere stata innaffiata ha ripreso sodezza fogliare.



Non essendo convinto al 100% del destino dei tre esemplari di peperone che avevo, ne ho aggiunti altri quattro presi in un vivaio locale.



Ho detto al vivaista "ma stanno già fiorendo.. wtf?"
ello si è fatto una grassa risata, come colui che sa qualcosa.. e che non lo dice.




2 commenti:

serghei ha detto...

ciao,dove si potrebe vedere un po di permacoltura dal vivo,in italia?grazie serghei

Axel ha detto...

salve serghei, se inizi a coltivare la tua terra ( se ne hai ) potrai avere un po di permacoltura dal vivo in tempistiche più rapide del tempo che ho impiegato per accorgermi del commento e per rispondere di conseguenza.
questo in effetti è il periodo adatto per allestire dei semenzai. quando i servizi metereologici che si occupano del controllo del clima ci regaleranno un po' di giornate di sole ( non so da dove scrivi, ma da me è una roba pluviale ) sarà il momento opportuno per mettere a dimora, possibilmente al riparo ( dato che certi risvolti climatici sono imprevedibili ) le tue piantolle.
l'esperienza personale approcciata con metodo empirico è spesso la cosa migliore.
se però preferisci vedere permacoltura fatta da altri, google master ti saprà dare più informazioni di me, che sono solo ( o addirittura ) un umile sperimentatore ( attenzione, non ho detto modesto )

alla prossima

enjoy