mercoledì 30 maggio 2012

Permacoltura - Orto Sinergico - Parte 4

Dopo un iniziale ingiallimento e sguegnimento delle foglie, il basilico si è ripreso e cresce bello aggressivo


Considerando che il basilico è una pianta che "va via" abbastanza velocemente, è meglio produrne in un ciclo continuo. E' già pronto il nuovo semenzaio.


Le piante aromatiche prese dal vivaista sono state trapiantate in vaso, ed ora "vanno che volano"

La menta aveva foglie un po' rigide e con poco odore, ora ne sta producendo di nuove, carnose, profumatissime e ricoperte di sottilissimi tricomi.


La lavanda sta iniziando a fiorire. Sta fiorendo oggettivamente prima rispetto quella piantata in terra.


Il prezzemolo, avendolo messo in terra, essendo abbastanza modesto nelle dimensioni, viene costantemente calpestato. Nonostante ciò è ancora bello. Ho potato la parte alta delle piantine che avevano tutte le foglie allungate e ingiallite, ora ricresce fitta, bassa e d'un bel verde.


Facendo finta di niente, la camomilla si è sparsa a macchia d'olio per il prato.
Prima era di meno, ma man mano che i fiorellini maturano li raccoglierò per conservare le sementi e man mano ripiantarle, contribuendo allo spargimento del gene.



Le patate dopo un bel pezzo sono spuntate



 La zucca, con nonchalance, si sta "piazzando" 


 ... Così strisciante..


 ..protesa


Questi peperoni in foto sembrano enormi, in realtà sono alti una spanna.


Nonostante ciò, ognuno dei 4 esemplari più avanzati sta facendo un piccolo peperone.


I ciliegini stanno facendo troppi ciliegini a mio parere.
Li vorrei vedere un po' più concentrati nel vegetare più che nel fruttificare.


E' che son bassini.. 
però tutto sommato mi daranno dei semi.


Lo stesso vale per i san marzano.
Sono ancora più convinto sul fatto che il vivaista abbia pompato con qualche sostanza codeste piantolle.


Rimane comunque un momento commovente, quello della contemplazione dei san marzanini


Le zucchine, tra tutte le piante dell'orto a piano terra, sembrano quelle a risentire di  più per il terreno duro.


Ciònonostante sono carichi di gemme pronte a fruttare.


Cetrioli in attesa del travaso, un po' in ritardo sulla tabella di marcia. 


I fiori di cipolla sono una rivelazione continua.


Mangiando un seme ho scoperto che sarebbe una spezia buonissima e potentissima.
Provare per sapere.


Sul montarozzo la situazione è florida.
Il terreno morbido e drenante aiuta un tot.

Ecco parte dei topinamburgher e le due cipolle prese meglio.


Ecco la maestosa fila d'aglio, della quale vado molto fiero, e la restante parte dei topinambur.


Esperimento a caso: dal sacchetto delle carote comprate al mercato ne ho vista una che aveva piccole gemme verdi, l'ho messa in terra in modo abbastanza sbrigativo, ed eccola che sta nascendo.
All'apparenza non ha senso piantare una carota, a fine anno raccoglierei solo una carota, tantovaleva mangiarla subito. Infatti lo faccio per i semi.


Total Topinamburgher


Mia madre comprò una piantina di rose.
Notai che le rose eran in realtà quattro.
Le diradai.
Le travasai.
Le misi erroneamente al sole.
(ho scoperto solo dopo che dopo una diradazione e/o un travaso, la pianta ha bisogno di un paio di giorni d'ombra per radicare meglio)
Alcune han retto


altre grob.


Finalmente in cielo si vedono solo aerei di linea che non lasciano scie chimiche.
Tanto ormai il terreno è bello carico di metalli pesanti che potranno tirare terremoti per mesi.


Si sa, non si può avere tutto.
Quando avevamo i cieli chimici avevamo la terra ferma.
Ora la terra trema, ma la contemplazione di un cumulo nembo fa ancora il suo effetto.


Nessun commento: