lunedì 11 giugno 2012

Permacoltura - Orto Sinergico - Parte 5

Sebbene in ritardo sulla tabella di marcia ho comunque voluto gettarmi nella sperimentazione di nuovi semenzai.

Prezzemolo
c'ha messo più tempo del basilico, ma finalmente è arrivato!


Basilico 
mi è stato detto che dopo aver fatto un semenzaio, bisogna diradare le piantine, se no si soffocano a vicenda e non crescono bene.
Mi ci son messo di santa pazienza a estrarre i cuccioli di basilico, fino a farne un vaso.


Poi mi sono stancato e ho lasciato il resto del semenzaio a se stesso.
Vedremo come andrà a finire.


Coriandolo
il più veloce di tutti ad essere spuntato, considerando che è stato messo in terra dopo il basilico e il prezzemolo, ed è nato quasi simultaneamente.
Essendoci meno piantine fa meno effetto visivo.


Meloni
Forse ne ho piantate troppi, ma troverò il posto per tutti.


Fagiolini
A differenza dei meloni, questi non si sono sprecati.
Tratto ogni piantina con consacrazione.


Patate
fare un semenzaio di patate è un attimo meno immediato.
prima di tutto servono patate col germoglio, nel nostro caso usiamo 2 retine di patate biologiche.


Ogni patata è predisposta per creare svariati germogli.
Mi è stato detto che se si piantano le patate intere, daranno tante patate piccole, e per produrre patate più grosse è meglio interrare patate a fette.
E' importante che su ogni fetta di patata tagliata ci sia almeno un germoglio.


La prima volta che ho piantato le patate, le ho messe col germoglio verso il basso, credendo che fosse una radice.


Ebbene, tempo dopo, vedendo che non nasceva niente, ho guardato nel terreno e in effetti i germogli erano molto bianchi e visibilmente sofferenti. 


Le volte successive le ho piantate col germoglio verso l'alto e tutto è andato bene.



Dopo aver scelto la posizione di ogni singola patata, sono state coperte con un altro sottile strato di terriccio, e poi pacciamatura naturale a gogo

e in fine..
Ecco Gatto!


Nessun commento: