sabato 4 aprile 2015

ORTO SINERGICO ENTELEKIA 2015 - 2° capitolo - VITA NEL SEMENZAIO (aprile)

dopo qualche giornata di sole che ci ha fatto sperare nell'arrivo definitivo della bella stagione (con una temperatura media da 26° a 34° centigradi all'interno della serra che abbiamo aperto e ventilato quotidianamente), torna puntuale un po' di fresca uggiosità (e il termometro scende a 10°)


appena torna un raggio di sole l'aria si mitiga e tornano le condizioni favorevoli affinché la Vita possa prosperare

l'albero di noce sta iniziando ad aprire le gemme
assieme a lui si schiudono anche i preziosi semini delle piantine che popoleranno l'orto



amaranto "elephant head"
comprato su kokopelli l'anno scorso, piantato quest'anno per la prima volta


cocomero di bagnacavallo
una varietà antica ed autoctona del territorio romagnolo
i semi ce li ha donati Eugenio della Radisa
provammo a coltivarlo già l'anno scorso ma dopo le alluvioni e le epidemie di crittogame non siamo riusciti a raccogliere frutti maturi e a riprodurre i semi.
quest'anno ritentiamo ancora più determinati!


rapa bianca dal colletto viola
comprata su kokopelli e coltivata già l'anno scorso
ha popolato i bancali sinergici ed è stata apprezzata e degustata da un sacco di creature del sottosuolo
quest'anno ci riproviamo teorizzando di coltivarle in cassette/cassoni/vasoni al riparo dai roditori
nella speranza di riprodurre una buona quantità di semi con cui poter irrorare in seguito tutto l'orto


mais quarantino pignoletto piemontese
ricevuto in dono dalla professoressa Marinella Tassinari
l'anno scorso l'abbiamo piantato tardi quindi ha fiorito contemporaneamente ai campi ibridi/chimici nei paraggi
tentammo l'impollinazione manuale con il metodo dei sacchetti di carta,
ma le piogge mandarono a male anche questo tentativo

quest'anno riproviamo con una semina anticipata, puntando sulla rapida fioritura di questa varietà, affinché possa avvenire l'impollinazione 'in purezza' ancor prima che i campi di mais circostanti inizino a spargere polline


chia
ho ricevuto i semi da uno scambio semi con 'Iaia'
è grazie a lei che ho scoperto l'esistenza di questa pianta che coltivo ora per la prima volta

perilla fruttescens
anche conosciuta come basilico cannella
ho ricevuto i semi da uno scambio con 'Tellin Camuno'
è grazie a lui che quest'anno posso coltivarla per la prima volta

bietola livornese
varietà antica che ho ricevuto da uno scambio con Raffaella Nencioni
a prima vista si distingue dalle altre bietole che ho.
questa sembra più soda, più 'ben piazzata'

basilico tulsi
detto anche basilico sacro
è una varietà autoctona indiana
l'ho coltivato con successo l'anno scorso
i semi li comprai da kokopelli
quest'anno ho piantato i semi che ho autoprodotto da impollinazione libera

calendula officinalis
importantissima pianta per l'orto sinergico
con le radici tiene il terreno 'pulito' dai nematodi, rilasciando una sostanza che resiste anni anno dopo che la pianta arriva al termine del suo ciclo vitale
ricca di proprietà buone

semina sinergica di basilico greco, mammut, tulsi e girasole mammut

entrambi sementi autoprodotte l'anno scorso (open impollination), partendo da bustine comprate su kokopelli
la presenza del basilico fa bene a tutte le piante circostanti e aiuta la germinazione dei semi di solanacee
il girasole 'regola' naturalmente la crescita delle erbe spontanee e fornisce sostegno ad altre piante rampicanti come i fagioli per esempio

tagete
desiderato dall'alba dei tempi
avuto in dono quest'anno da uno scambio semi
è una pianta utile per l'orto sinergico
dalla fioritura carica di valenza artistica
è una pianta legata alla vista
il suo nome viene dalla divinità onniveggente capace di vedere il futuro

incenso
è una pianta che ho amato dal primo momento in cui l'ho vista ed annusata.
queste sono delle talee provenienti dalla gentilissima nonna del mio amico Filo, che mi ha anche fatto dono di uno spropositato numero di alberi che ad ora costituiscono una siepe in espansione di ligustro.


pomodori
seminati a nastro partendo dai semi riprodotti l'anno scorso:
verna orange, ropreco paste, cuore di bue della prof, grappolo abruzzese
speriamo che abbiano registrato l'esperienza alluvionale di anno scorso, essendo un po' più pronte quest'anno

l'anno scorso notammo che i pomodori consociati con basilico hanno vissuto più a lungo degli altri che invece da agosto in poi hanno incominciato a disseccare sotto l'epidemia crittogama,
così ora tentiamo una semina sinergica in cui la consociazione avviene dalla nascita

in questo 2015 tentiamo di coltivare altre nuove varietà antiche di pomodori, sperando di riuscire a raccogliere qualche frutto almeno per tenerne i semi


presenziano all'appello:
perino giallo antico (datato 1800), calabash red-violet, persimmon (cachi), white beauty, white queen, livingston's beauty, black cherry, tedesco antico, lucy special, rosa del belgio, cuore di bue dei colli euganei, costoluto dei colli euganei, cherokee purple, gold serendipity, ponderosa, black russian, striped stuffer, ciliegino ungherese, tumpler, datterino, giallo antico



alcune varietà le abbiamo comprate su kokopelli, altre le abbiamo ricevute da seedsavers di tutta italia che hanno gentilissimamente scambiato i loro semi con noi, contribuendo alla salvaguardia della biodiversità e della sovranità alimentare


già sotto natale battevamo i piedini, con la sfregola di vedere gia nascere questi bei nuovi semini,
allorché
piantammo sconsideratamente qualche seme di varie varietà, che conobbero la vita nel nostro centro tavola, alimentate da una lampadina
alcune hanno detto ' ma anche no ' ma altre hanno resistito, iniziando a crescere


non appena la serra fu pronta glie le sassammo dentro con furore


mancando pienamente di rispetto al bioritmo di queste sante creature, già vediamo i primi pomodori white queen formarsi, e scorgiamo gli striped stuffer intenti a fiorire

il peperoncino bishop crown, ricevuto da uno scambio con Daniela, è un'altro di quelli che ha detto ' bella li ' nonostante la semina anticipata
bramiamo già le sue campanelline piccantine


da Sara ho ricevuto la zucchina early white scallop,
la quale dovrebbe produrre delle piccole cucurbite a forma di fiorellone bianco
eccole qui a sinergizzare con la cipolla lunga di firenze (rossa) e all'imminente vegetazione spontanea


quest'anno ritentiamo il salvataggio della varietà di bietola a costa rossa 'charlotte'
l'anno scorso è stata stroncata sul fiorire dalle arvicole o chi per esse, non riuscendo a maturare completamente i semi, che fio ad ora non sono ancora nati
fortunatamente avevamo tenuto da conto alcuni semi dalla bustina originaria di kokopelli
eccola consociata con dell'insalatina da taglio e della cipolla di firenze


le carote gialle 'doubs' francesi e le bianche 'kuttingen' svizzere - che hanno lo stesso trascorso della bietola charlotte - sono pronte a riprovarci.


la menta cresce ai piedi del noce in una relazione da forest gardening


tante sono le insalatone che la terra ci dona
in gran parte a base di foglie di cavolo romanesco, tarassaco, menta autoctona, salvia sclarea


continuerà?